Sono Giovanni Pullano.

 

Sono un disegnatore di fumetti e illustratore.

 

Ho frequentato i corsi di fumetto presso la Scuola del Fumetto di Milano sotto la guida, tra gli altri, di Maurizio Rosenzweig e di Alessandro Baggi.

 

Ho esordito nel 2016 con Edizioni Inkiostro, disegnando una mini storia per il numero speciale Prisonization della serie Paranoid Boyd.

 

Sempre per la stessa casa editrice ho collaborato nella realizzazione del numero 6 della serie La Iena (Caino e Caino) e, attualmente, sono impegnato su un volume antologico della stessa serie, che verrà pubblicato in occasione di Luccacomics 2018.

 

Recentemente ho disegnato un volume edito dalla casa editrice Beccogiallo sulla stagione di Mani Pulite, pubblicato nel febbraio 2018.

Tra la luce e il buio.

My life is a comic / Arte  / Tra la luce e il buio.

Tra la luce e il buio.

Non lo nego: disegnare mostri, demoni, scenari apocalittici e inquietanti è sempre stata la mia passione.

Quando ero bambino (avrò avuto 5/6 anni) andai nello studio di un pittore insieme con un cugino molto più grande di me (lui aveva 20 anni). Il pittore mi chiese cosa avrei gradito come disegno. Senza esitazione gli risposi “UNO SCHELETRO”. Così tornai a casa con il mio bellissimo scheletro disegnato con il carboncino su un foglio di carta spessa.

Oggi, a distanza di tanti anni, quella passione non si è spenta e si traduce in illustrazioni e fumetti. Così qualcuno cerca di “direzionarmi” verso gusti estetici più miti. Mi capita che qualcuno dica “Bei disegni i tuoi…. Però…. Ste cose paurose….”. Che tradotto significa: saprai anche disegnare, ma non mi passa neanche per l’anticamera del cervello di appendermi un tuo disegno in casa. Altre battute comuni sono “i tuoi disegni sono di nicchia”, “dovresti rivolgerti ad un altro pubblico”; “dovresti disegnare le cose che alle persone piacciono”; “ma non sai disegnare altro?”; ecc., ecc.

Ho scelto di fare del disegno un mestiere perché mi piaceva disegnare ovviamente e perché mi piaceva fare “quei” disegni. Guardando uno di quei video americanissimi che vogliono aumentare la tua autostima, motivarti, dirti “tutticelapossiamofareselovogliamo”, ad un certo punto il motivatore di turno diceva qualcosa che suonava così: fare le cose che piacciono è la più forte spinta verso la crescita e il miglioramento (dal punto di vista professionale in quel caso).

Così ho pensato che i miei disegni personalizzati potranno rappresentare gioiosi personaggi disneyani e sorridenti supereroi svolazzanti. Ma se nel tempo vedrete questi soggetti diventare sempre più belli, esteticamente impeccabili, anatomicamente ineccepibili, sarà perché in qualche cassetto, in qualche cartella o nella memoria del mio Imac, uno zombie sanguinante e scarnificato, occhieggia famelico da dietro una finestra.

P.S.: in realtà a me piace anche molto il fantasy (soprattutto disegnare orchi…. ed ecco che ci ricasco…).

esempio di disegno “puccioso”

No Comments

Post a Comment